top_img
  • Oggi 22.10.2019
  • 13 ° / 19 °

Il Rifugio dei Sapori

Affacciati nel bosco

La montagna, si sa, fa venire una gran fame! Per questo al "Rifugio dei Sapori" troverai una grande scelta di piatti di qualità: salumi, formaggi, verdure, bruschette, piadine, bevande e un'ottima scelta di prodotti a km 0 tutta da gustare comodamente seduto ai tavoli in legno del rifugio, affacciati sul bosco.

Il Montefeltro

Raramente accade che una provincia possa disporre di un'offerta ghiotta e così ampia di prodotti enogastronomici. Nel Montefeltro si può apprezzare una varietà di carne sicura ed eccellente, la Razza Marchigiana IGP, allevata con una tradizione secolare, così come si sono affermati il profumato Prosciutto di Carpegna DOP.

Prodotti locali

Il rifugio dei sapori seleziona i prodotti nello splendido scenario del Montefeltro in una terra di antichi mestieri e sapori, tra cultura storia e tradizione. Esistono aziende posizionate alle pendici del Monte Carpegna all'ombra dell'Eremo della Madonna del Faggio di Montecopiolo . 

Aziende agricola a conduzione famigliare, cresciute nella competenza e passione di chi ci lavora. Lo spaccio Aia Vecchia è diventato nel tempo un punto di riferimento dell'allevamento dei suini in tutto il Montefeltro portando i nostri operatori a creare carni di alta qualità particolarmente adatte al confezionamento di insaccati, prodotti di salumeria e gustose porchette.

Favoriti dalla posizione strategica dei 1100 metri di altitudine in cui è ubicato lo spaccio Aia Vecchia, dall'esposizione verso la riviera Romagnola e il Mare Adriatico e dall'incantevole Ambiente del Monte Carpegna fattori unici per dare alla propria clientela un ulteriore garanzia di qualità.

Il prosciutto di Carpegna

Il prosciutto di Carpegna ha origini antichissime. La prima testimonianza scritta risale al 1463, quando il signore di Cesena, Malatesta Novello, decise di vendere le importanti saline di Cervia alla Serenissima, con l’eccezione del diritto di utilizzo, in modo tale da consentire la salatura delle cosce di maiale.
Al giorno d’oggi il Prosciutto di Carpegna D.O.P. si produce solamente nel territorio dell’omonimo comune, nelle Marche, con cosce di maiali nati, allevati e macellati nelle Marche, in Emilia Romagna e in Lombardia (di età non inferiore ai 10 mesi e con un peso medio di 160 kg)

Curiosità 

La tradizione della produzione di prosciutti nella zona del comune di Carpegna risale all’epoca in cui Carpegna era un “vicus” del vicino municipio romano di Pitinum Pisaurense. Questa zona è sempre stata piena di selve, con larga prevalenza di querce che costituivano una base alimentare per l’allevamento dei suini. Antica è la tradizione di allevare maiali e conservare le carni, con ogni probabilità risalente alle tribù dei Galli Senoni, che per secoli occuparono il territorio di Carpegna, prima dell’arrivo dei romani.

Degustazione

Il prosciutto di Carpegna può essere affettato con diverse tecniche, a seconda dei propri gusti. 
A mano con un coltello stretto, lungo e ben affilato seguendo le fibre muscolari della carne per ottenere una fetta più consistente alla masticazione. Il taglio a macchina consente invece di gustare fette più sottili.