Un bosco meraviglioso
nel cure del Montefeltro

Una cerreta accoglie il Carpegna Park. Cos’è una “cerreta”? Un bosco formato da querce di un tipo particolare, chiamate – appunto – “cerri”. È un bosco speciale, il bosco di querce.

Alberi bellissimi, che possono raggiungere età notevoli. Sono anche dotati di grande tradizione mitologica, dalle grandi e profonde radici e dalle ampie chiome. Alberi che in tutte le stagioni hanno un fascino incredibile, per i rami lunghi e nodosi non meno che per le foglie abbondanti, che in ogni stagione acquisiscono un loro particolare colore. Il bosco che ospita il Carpegna Park è meta privilegiata di molti animali che adorano il sottobosco di querce: scoiattoli, cinghiali, tassi. Ed è abitato anche da moltissime varietà di uccelli.

Dal punto di vista del Parco, è un bosco perfetto. Al contrario dei pini, infatti – altro albero molto usato per i parchi avventura – le querce sono naturalmente ricche di rilievi e appoggi, perfette per accogliere le piattaforme in legno e tutte le attrezzature ludico-sportive del tarzaning. E sono alberi solidi, stabili. Il vento forte può scuoterne i rami ma non smuoverà mai i tronchi di questi splendidi esemplari del mondo vegetale, le cui radici si spingono in profondità. 

Per questo motivo noi del Carpegna Park abbiamo scelto i cerri: perché sono belli e forti. Perché sono amici fidati. Perché le loro chiome sono affascinanti, e perché permettono un sottobosco vivo e ricco di vegetazione, in cui i nostri visitatori possano camminare e respirare a pieni polmoni. Dopo che si sono cimentati nei nostri percorsi, naturalmente!